logo

IL DONGA

Donga_04-1024x683 IL DONGA REPORTAGE

Il Donga guerra dei bastoni.

In una piccola radura nella terra dei Surma (Etiopia) si raduna in cerchio tutto il villaggio per assistere alla battaglia che si svolgerà  tra poco.  Al centro i contendenti, giovani del villaggio stesso e giovani di un villaggio nelle vicinanze, che si daranno battaglia a colpi di bastone, poche regole, forse solo due: non uccidere, e chi cade a terra è eliminato.

Il contendere; niente ricchi premi, ma per colui che vince la considerazione del villaggio, l’etichetta di valoroso, l’apprezzamento delle ragazze, che da quelle parti non è poco.

Corpetto, copricapo in tessuto, bastone in mano, la battaglia inizia, gli attenti spettatori in cerchio indietreggiano per schivare i colpi vaganti, e nel caos tra urla, bastonate, incitamenti, i caduti si susseguono fino a quando, all’improvviso, il silenzio: soltanto uno è rimasto ancora in piedi è lui il vincitore! Da li a breve verrà portato in trionfo in spalla dai suoi amici, tra urla di gioia e colpi di Kalashnikov sparati in aria. Si comincia a bere, i festeggiamenti e i colpi si intensificano, è l’ora di andare per non rischiare più del dovuto.

GO TO PHOTO

===============================================

The Donga war of sticks.
In a small clearing in the land of Surma (Ethiopia) gather in a circle around the village to watch the battle that will take place soon. At the center of the contenders, youth of the same village and youth of a village nearby, which will compete with a stick, a few rules, maybe only two: not to kill, and who falls to the ground is eliminated.
The dispute; no prizes, but for the one who wins the village view, the label of the brave, the appreciation of the girls, which in these parts is not little.
Bodice, headgear fabric, stick in hand, the battle begins, the attentive spectators in retreat circle to dodge stray shots, and in the chaos of screams, beatings, incitements, the fallen one another until, suddenly, the silence : only one is still standing, he is the winner! From short them will carried in triumph on their shoulders by his friends, including screams of joy and Kalashnikovs fired in the air. You start drinking, the festivities and the blows intensify, it is time to go to not risk more than they should.

GO TO PHOTO
  • Share

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

53 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress